Simon Spilak era uscito dal gruppo. Poi è arrivato Quintana

Simon Spilak era uscito dal gruppo. Ed era inizio, almeno di Terminillo. Ed era distanza da percorrere, energie da bilanciare, secondi da mettere in cascina. Simon Spilak era uscito dal gruppo, perché sapeva che lui era toro e che prima o poi il matador sarebbe arrivato e di pedalate l’avrebbe trafitto. Simon Spilak era uscito dal gruppo e per un poì c’avava pure creduto; che dietro i gendarmi di Nibali correvano ma nemmeno poi tanto, che quelli bravi erano partiti al suo inseguimento ma poi si erano messi a giocare; che la gamba si muoveva e sembrava pure bene. Simon Spilak era uscito dal gruppo e pure Nairo aveva fatto lo stesso. E nella corrida funziona così, che il toro vince poco, quasi mai, ma solo perché la corrida l’ha creata l’uomo e non il toro. L’uomo questa volta ha volato, si è involato, è asceso e sparito. Primo. Solo. Azzurro. Diciassette secondi prima di Geraint Thomas, ventiquattro prima di Adam Yates e Rigoberto Uran.

Quattro in fila, uno dietro l’altro, due inglesi e due colombiani. E si capisce che la geografia del ciclismo è cambiata, almeno alla Tirreno, almeno a inizio anno, almeno sul Terminillo. Quattro in fila, uno dietro l’altro, dietro Spilak che era uscito dal gruppo, ma prima del gruppo che si era disintegrato alle loro spalle. Nonostante Tom Dumoulin che ogni tanto là davanti si affacciava, nonostante Domenico Pozzovivo che piccolo com’è ce lo si dimenticava, nonostante Vincenzo Nibali che ha fatto vedere che c’era piazzando la squadra davanti per non dimostrare che non c’era granché, ma è marzo, è presto e il Giro è distante.

Non per Nairo, che oggi ha fatto il castigamatti e i matti li ha lasciati tutti dietro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...