Il futuro di Nibali è appeso alle indecisioni dell’Uci. Qualcosa si muove però: ecco i colpi futuri del Bahrein-Merida

Settembre arrivato, la Vuelta ha ormai superato la metà del percorso, l’avvicinamento al finale di stagione è iniziato da tempo e gli ultimi grandi appuntamenti del calendario sono prossimi ad arrivare. Per alcuni è ormai tempo di bilanci, per altri è il momento di giocarsi le ultime carte, sfruttare le ultime gare per raddrizzare una stagione o renderla indimenticabile. Ci sono le ultime gare di World Tour, gli appuntamenti canadesi, tanto ricchi quanto privi di una storia importante, il 9 e l’11 – Gran Prix Cycliste de Quèbec e Grand Prix Cycliste de Montreal –, le classiche premondiali italialiane – Coppa Bernocchi, il 14, Coppa Agostoni, il 15, Tre Valli Varesine, il 25, e poi Memorial Marco Pantani, Coppa Sabatini, Gp di Prato, Giro dell’Emilia, Beghelli, Milano-Torino, Giro del Piemonte –, il Giro di Lombardia il primo di ottobre e l’appuntamento iridato del 16 a Doha.

Settembre è arrivato e ormai è quasi 2017, almeno nella pianificazione, almeno nell’interesse verso il futuro. Le squadre si stanno dando una forma, i contratti vengono rinnovati oppure stipulati ex novo, il ciclomercato ogni giorno dà notizie di sé e ormai in tanti si sono accasati. Vincenzo Nibali su tutti. Il problema dello Squalo è però che a oggi ancora non sa di che ciclismo deve vivere. L’Uci aveva annunciato di voler passare a 17 squadre World Tour invece delle 18 di quest’anno e sembrava certo l’ingresso dato che Iam e Tinkoff chiudono e la Lampre sembrava propensa a scendere di categoria. Il passaggio però della gestione della squadra italiana ai cinesi e il conseguente rafforzamento patrimoniale ha rimesso tutto in gioco e fatto cambiare i piani, non solo dei blufucsia, ma anche, forse, del destino del massimo circuito ciclistico 2017. Se effettivamente il WT passasse a 17 rimarrebbe solo un posto e se lo giocherebbero Bora e Bahrein-Merida, ossia Sagan, capitano della formazione tedesca, e Nibali, frontman di quella emira.

Una situazione che ha rallentato, e non poco, la costruzione del nuovo team. “Stiamo di cercando di capire cosa fare. L’Uci ancora non si è esposta e questa situazione sta bloccando trattative già avviate”, fa sapere una fonte vicina all’entourage del Bahrein-Merida Pro Cycling Team. “Eravamo vicini alla firma con due ciclisti di primo piano, ma l’insicurezza sul futuro, sulla nostra collocazione in prima o in seconda fascia, ha fatto sì che loro prendessero un’altra strada”, continua. “Aspettiamo un segnale dalla Federazione, che al momento sembra essere impegnata in altre faccende piuttosto che affrontare il punto più importante, ovvero come saranno composte le griglie del World Tour e delle formazioni Continental. In ogni caso ci sono altre trattative avviate e dovrebbero essere finalizzate nei prossimi giorni, al massimo nelle prossime settimane”.

Ma chi sono i nuovi rinforzi per il nuovo team?

Al momento accanto allo Squalo faranno parte della squadra emira Sonny Colbrelli in arrivo della Bardiani, Giovanni Visconti dalla Movistar, Manuele Boaro dalla Tinkoff, i velocisti sloveni Borut Bozic (dalls Cofidis) e Grega Bole (dalla Nippo Fantini), l’altro sloveno Luka Pibernik dalla Lampre, il bielorusso Kanstantin Siutsou e l’australiano Heinrich Haussler dalla Iam Cycling. In totale 9 uomini. Ne mancano molti per poter affrontare una stagione al top.

bettiniphoto_0251264_1_2000px-kNKI-U160701421939SoE-620x349@Gazzetta-Web_articolo
Vincenzo Nibali con Giovanni Visconti durante l’ultimo Giro d’Italia

A mancare sono soprattutto le future spalle di Nibali per le grandi corse a tappe di tre settimane, perché è evidente che i pur ottimi Siutsou e Visconti non possono bastare. E gli ultimi acquisti di Haussler e Bole, riempiono i buchi per il nord e le classiche veloci. A quanto appreso da Girodiruota da ambienti vicini alla formazione bahreiniti, ci sarebbero contatti importanti già avviati. In primis con i compagni di squadra e uomini di fiducia Valerio Agnoli e Alessandro Vanotti.

Con chi?

Tre vie portano in Inghilterra, casa Sky. Il colombiano Sergio Luis Henao, l’inglese Peter Kennaugh, il ceco Leopold König e lo spagnolo David Lopez sono stati già contattati dalla dirigenza della Bahrein-Merida. Le trattative sono in corso, ma il buon esito è legato all’inserimento del team nel circuito World Tour. Ma c’è altro. Dalla Bmc potrebbe arrivare un altro scalatore colombiano, quel Darwin Atapuma, maglia rossa per qualche giorno alla Vuelta e protagonista di numerose fughe al Giro. E con lui ci sarebbe anche il rosso di Buia, Alessandro De Marchi, resosi protagonista di un’ottima Olimpiade. Ma il vero colpo potrebbe essere Jerlinson Pantano. Il corridore di Cali, vincitore di una tappa all’ultimo Tour, era vicinissimo alla Trek ma ancora non ha firmato e la pista emira è tutt’altro che chiusa. Dalla Iam arriverebbero inoltre Stefan Denifl, scalatore austrico di grande classe e di altrettanta discontinuità, e Martin Elmiger, trentasettenne svizzero esperto di pavé che potrebbe essere balia di Gijs Van Hoecke, il giovane belga del Topsport Vlaanderen-Baloise, speranza del ciclismo fiammingo per le classiche del nord. Ma attenzione anche a  Guillaume van Keirsbulck, il giovane della Etixx-Quick Step, nel 2009 vincitore di una Parigi-Roubaix junior, un po’ persosi nei primi anni da pro, ma dalle indubbie qualità. Sempre dall’Etixx sarebbe pronto a scendere in Bahrein Matteo Trentin, uomo veloce che affianco a Nibali potrebbe avere via libera per cercare di fare risultato nelle classiche primaverili.

Altro c’è però nel paniere: come gli ottimi U23 della Unieuro-Wilier Marco Tecchio e Giovanni Carboni.

Per non parlare dell’italiano della Wanty Enrico Gasparotto, che da settimane sta trattando con il nuovo team e che potrebbe riabbracciare Nibali dopo l’esperienza assieme all’Astana.

Queste le indicazioni avute. Ma senza via libera dell’Uci poco o nulla verrà fatto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...