Ci sono cose che voi automobilisti non potete nemmeno immaginare: essere Danny Van Poppel

Ieri al Giro di Svizzera tra tanti uomini veloci c’era un funambolo. Matto da legare, con più bravura che anima e una certa dose di culo. Perché perdere il controllo della bicicletta nell’impostare una curva a cinquanta all’ora vuol dire solo una cosa: andare faccia all’asfalto. Poi però c’è Danny Van Poppel che fa il numero che non ti aspetti, che resta in piedi nonostante la ruota posteriore in cielo e quella anteriore bloccata, nonostante una sbandata e una rimessa in piega sui cartelloni pubblicitari.

Una sola cosa: chapeau. Vedere per credere

Qualcosa di incredibile come il modo di Peter Sagan qualche mese fa alla Parigi-Roubaix. Cose da matti? No, gente che sa come si guida una bicicletta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...